LUNEDÌ 18 NOVEMBRE 2019
  • Arena radiologia
  • Ideare Infissi

Da ieri circola sui social network una notizia falsa, rilanciata oggi da un giornale on-line col titolo "l'assessore al...

Posted by Giusto Catania on Sabato 9 gennaio 2016

Catania ha ragione, non ha senso attaccarlo su un divieto di sosta: che sia stato lui o meno, questa pare una polemica del nulla. Chi di noi non ha mai fatto qualche piccola trasgressione del codice della strada? O Improvvisamente a Palermo siamo diventati tutti automobilisti modello? Strano perché a vedere le immagini pubblicate solo una settimana fa da Palermomania.it sul caos provocato in zona Forum dalle auto che impediscono al tram di passare non si direbbe (VAI ALL'ARTICOLO). Gli esempi potrebbero essere infiniti, ma preferiamo prendere alla lettera le parole dell’assessore e “attaccarlo” su qualcosa di più credibile.

Anche in questo caso, per (s)fortuna gli argomenti non mancano. Cominciamo dal nuovo piano Amat: ben 34 linee soppresse dall’oggi al domani, il tutto con una scarsa comunicazione da parte del Comune per informare adeguatamente i cittadini che, in molti casi, si sono trovati “spiazzati” da nuovi percorsi e linee ormai inesistenti. A ciò si aggiungano le lunghissime e, a volte, infinite attese alle fermata e l’isolamento cui sono stati rilegati tantissimi residenti dei quartieri periferici, prima serviti da due linee e, adesso, da una sola o addirittura da nessuna.

Caro assessore Catania è vero che delle linee soppresse ce ne sono alcune “doppie” o che, con l’avvio del tram, risultavano superflue, ma non ci si può dimenticare o fregarsene di coloro che abitano nelle periferie non servite dal nuovo servizio di mobilità.
E, se posso, non venga a dire che «il primo impatto è stato positivo» perché non è così e serve “sul vassoio d’argento” la possibilità a chiunque di criticarla e attaccarla. Basta farsi un giro nelle ore di punta al Parcheggio Oreto (ARTICOLO ORETO) o in via Ugo La Malfa per rendersene conto.
Non è un caso, infine, se venerdì 15 gennaio la IV Circoscrizione si è fatta promotrice di un sit-in davanti la sede dell’Amat in via Roccazzo per protestare proprio contro il nuovo piano autobus in città (VAI ALL'ARTICOLO).

Un altro tema di discussione potevano essere le ztl e la presunta "tassa occulta" da far pagare ai palermitani con i pass per finanziare e rimpinguare le casse dell'Amat e il tram. Questi sarebbero stati argomenti sul quale dibattere e senza dubbio più importanti, ma si preferisce parlare della sua macchina in divieto di sosta.
PS: vado a spostare la mia, prima che si cominci a parlare anche di questo.

", "image": { "@type": "imageObject", "url": "https://www.palermomania.it/public/news2014/news_img1_80194_catania-auto.jpg", "height": "392", "width": "532" }, "publisher": { "@type": "Organization", "name": "Palermomania.it", "logo": { "@type": "imageObject", "url": "https://www.palermomania.it/images/layout/logo_palermomania.png", "height": "130", "width": "720" } } }

Opinioni a confronto